Notizie Veloci


Perché nasce questo “giornalino”? È la stessa domanda che rivolgo a me stesso mentre scrivo.

Bestiario Podiense

Carnasciale Podiense 2017 (Carlo Benfatti)

Pubblicato il by admin in Bestiario Podiense | Scrivi un commento  

Carnasciale Podiense 2017

Fra un paio di settimane ecco che tornerà il famoso Carnevale di Poggio ormai noto in tutta Italia e forse anche all’estero. Un’altra edizione densa di eventi e spettacoli che allieteranno il pubblico locale, extra muros e interprovinciale. Al di là di qualche riferimento all’edizione dell’anno scorso, veramente di rottura rispetto ad alcune modalità degli anni precedenti, ora come ora si possono fare pronostici e congetture in base alle scarse notizie intercettate. Intanto vi saranno due momenti della sfilata dei carri, entrambe di domenica, l’una il 19 febbraio e l’altra il 26. Leggi di piú

In occasione del Carnevale Poggese

Pubblicato il by admin in Bestiario Podiense | Scrivi un commento  

Passeggiata archeologica a Poggio Rusco

In questi giorni a Mantova ferve un nutrito dibattito sul mantenimento dell’attuale struttura che copre i mosaici di epoca romana in piazza Sordello, oppure sul suo abbattimento per il decoro artistico della città. Non si entra nel merito dell’ardua questione, se mai il pensiero va a un’altra passeggiata o meglio a un “transito archeologico” alle porte della cittadina di Poggio Rusco. Il turista proveniente da San Giacomo delle Segnate e che si prepara ad affrontare la svolta del Cantone, una curva più o meno ad angolo retto, passando dinnanzi al grande cantiere situato nell’area di corte Cantone, trova una grande sorpresa. Guardando alla sua sinistra ha l’impressione di trovarsi all’ombra delle piramidi d’Egitto: quelle di Cheope, Chefren e Micerino. Immense montagne di rottami di cotto in stand-by, pronte per essere trasportate e impiegate altrove. Però questa visione che gli annuncia chissà quali altri siti archeologici da visitare nella zona, comincia a mettergli una strana agitazione, quella frenesia che è sempre abbinata al desiderio di nuove conoscenze storico-culturali. Certo Poggio non è estraneo alle indicazioni di siti archeologici, basti pensare ai cartelli di parecchi anni fa che indicavano al passeggero scoperte sensazionali nella Bassa. Le tabelle indicavano espressamente “Alle piramidi” e pertanto i turisti seguendo anche tortuosi percorsi alla fine si imbattevano in cumuli non di rottami bensì di semplice terra. Poteva essere uno scherzo tipico dei buontemponi della zona, ma in essi si accendeva un desiderio irrefrenabile di nuove scoperte storiche a tal punto che non badavano alla moltitudine di andirivieni che poi alla fine s’imbattevano nelle famose montagne di terra. Insomma sembra che le passeggiate “archeologiche” all’ombra delle piramidi, alte smisurate costituite di rottami di cotto, siano ancora una prerogativa di Poggio, cittadina generosa come è e come è sempre stata, nell’illudere l’ipotetico turista che non è tale “per caso”, ma ben determinato a seguire certe suggestioni del passato, specie se in riferimento all’antica civiltà egizia.

Carlo Benfatti

Carnasciale Podiense 2012

Pubblicato il by admin in Bestiario Podiense, Eventi | Scrivi un commento  

simson bestiario podiense

Anche quest’anno ho creato per voi una versione “realistica” di come potrebbe essere il Sìmson, una delle famose bestie create dalla genialità di Mario Setti e Stefano Scansani. Questa realizzazione coincide volutamente con l’inaugurazione della 27 esima edizione del Carnasciale Podiense, già rimandato di una settimana causa maltempo. Potremo dunque scendere in piazza a lanciare coriandoli questa domenica, 19 Febbraio e la prossima, 26 Febbraio.

Leggi di piú

Le bestie bocciate

Pubblicato il by admin in Bestiario Podiense | 1 commento

bestiario podiense

Grazie ad alcuni documenti segnalatici, siamo in grado di mostrarvi oggi cinque “nuove” bestie, prodotte dall’incredibile fantasia di Mario Setti, supportato graficamente da Stefano Scansani. Tali animali fantastici furono pensati per continuare la tradizione della “presentazione della bestia” durante il Carnasciale Podiense, poichè già da alcuni anni sono state esaurite le figure originarie del Bestiario. Allora la domanda sorge spontanea: perchè questi capolavori non sono mai stati presentati, essendo nati dalla stessa mano di chi ha creato i primi?

Leggi di piú

Il Bestiario online

Pubblicato il by admin in Bestiario Podiense | Scrivi un commento  

bestiariopodiense

Causa maltempo la 26esima edizione del Carnasciale Podiense è stata posticipata per la giornata di domani. Carri in piazza, panini, pinsin e lambrusco riempiranno la giornata, che si spera soleggiata. Proprio in occasione di questa ricorrenza vi mostriamo oggi un’interessante raccolta online. Grazie al lavoro informatico di un poggese di origine, che ora risiede a Bergamo, è stato pubblicato sulla rete già da tempo l’intero Bestiario Podiense, la raccolta di animali di fantasia che popolerebbero le nostre zone, ad opera di Mario Setti e Stefano Scansani.

Leggi di piú

Il Bestiario si fa conoscere anche all’estero

Pubblicato il by admin in Bestiario Podiense | Scrivi un commento  

bestiario podiense

Grazie alla segnalazione del nostro collaboratore Mario Setti abbiamo scoperto che una ragazza di origine poggese, ma residente da anni a Madrid, ha pubblicato un interessante saggio sui bestiari, dando molta enfasi a quello del nostro paese pubblicato nel 1985. Nell’ambito di un progetto per l’università di Alacalà de Menares (Madrid), Elisa Borsari, questo il nome della ragazza, ha effettuato ricerche per scoprire quante e quali culture avessero una “tradizione bestiaria” simile alla nostra.

Leggi di piú

Genesi bestiaria: il Pidrüs

Pubblicato il by admin in Bestiario Podiense | Scrivi un commento  

pidrus

Oggi voglio presentarvi la curiosa storia della nascita del Pidrüs (Chiavicus Verrarae Sylvestralis), l’animale di fantasia, che è diventato l’icona simbolo del Bestiario Podiense e di alcune manifestazioni poggesi. La breve narrazione è frutto della rigogliosa fantasia di uno dei creatori del Bestiario, Mario Setti, ed è tratta dalla pagina di Wikipedia relativa al nostro paese.
“[…] Avanti per la strada verso Segonda, ad un centinaio di metri dal fondo La Vrèra (La “Verrara”), esiste sotto la strada un’antichissima chiavica a servizio di un canale. Narra la leggenda, che nella chiavica trovò rifugio una scrofa pregna, sfuggita al legittimo proprietario mentre la pascolava.

Leggi di piú